L’ora nera – Chris Gorak

L'ora neraLa nuova frontiera di Hollywood? Smetterla di girare a Hollywood.
Certo, se hai un budget da manovra "lacrime e sangue" con incassi da PIL di una regione ricca della Renania, allora ci si puo’ permettere qualunque cosa, altrimenti serve orientarsi altrove. Non stupiamoci quindi di vedere sempre piu’ produzioni girare nel vicino Canada, farsi fare gli effetti speciali in Cina, attraversare l’oceano per i paesi dell’est e perche’ no, approdare sulla piazza rossa moscovita.
Suggestione e fascino a parte, non si spiegherebbe altrimenti la scelta di ambientare il film nella capitale russa da parte di una produzione statunitense che immaginiamo abbia ricevuto dagli ex-sovietici ben piu’ che il solo permesso per le riprese.
Ad ogni modo e’ con una scusa piuttosto banale che i due protagonisti, sviluppatori dell’ennesima unitile "app", giungono a Mosca e stavano iniziando a divertirsi quando da un’anomala per quanto spettacolare aurora boreale, precipitano curiose fiammelle alte come un uomo che da li’ a poco si trasformeranno in killer micidiali in grado di polverizzare letteralmente un  uomo in pochi istanti.
Siamo di fronte quindi alla classica invasione aliena e fuga per la salvezza. Non mancano i morti, gli eroi, i codardi, i pazzi e quelli divertenti, tutto come da copione per quanto vi sia un certo grado di originalita’ fosse solo per la citta’ di Mosca come sfondo invece della solita Los Angeles o New York. Dal punto di vista scientifico le boiate impattano le informazioni giuste e resta nel mezzo una regia precisina ma senza alcun segno distintivo, intrepreti non pervenuti, praticamente ragazzetti da telenovela firmata MTV 
Bella la distruzione cittadina ma ormai siamo abituati a questa grafica per quanto la visione urbana nel suo insieme sia decisamente suggestiva..
Infine cosa resta da dire, il film scorre bene, regge il confronto con altro, dura poco, Mosca e’ bellissima, risultato si puo’ guardare.

Scheda IMDB

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: