La casa dalle finestre nere – Clifford D. Simak

La casa dalle finestre nereLa galassia e’ lontana vista dalla Terra e l’umanita’ e’ ancora piu’ lontana dalle civilta’ che la popolano. Razza la nostra troppo primitiva, troppo egoista, troppo belligerante e la guerra alle porte che pare inevitabile.
I viaggi interstellari sono veloci, velocissimi, immediati ma certe zone dello spazio richiedono dei salti, delle stazioni nelle quali fermarsi e ripartire e per questa ragione la Terra diventa importante, necessaria per esplorare nuove zone del cosmo. E’ in questo modo che Enoch Wallace diventa il guardiano della stazione terrestre, lui, uomo schivo e sfortunato che proprio nel momento in cui perde tutto ed e’ pronto ad andarsene, riceve l’offerta che non puo’ rifiutare.
Da oltre un secolo egli e’ il custode della stazione perche’ li’ dentro non invecchia e il suo tempo e’ dedicato alla conoscenza, allo studio delle altre razze e delle loro abitudini nonche’ osservare con orrore il proprio mondo che sta per cadere nel baratro di un nuovo e questa volta definitivo, conflitto mondiale.
Romanzo pubblicato nel 1963 e immerso nel terrore da guerra fredda che in quel periodo transitava al suo zenith e Simak prende in se’ tutta la paura e la fa propria, la respira sino in fondo e quell’urlo nero, nero come le finestre in ogni senso impenetrabili della casa, ce la restituisce purificato, lavato nell’innocenza di una speranza piu’ grande e potente, tautologicamente intrinseca nel tessuto stesso del cosmo che al contrario di quanto la fisica lasci supporre, e’ capace di rigettare il caos e fiorire nell’armonia di una diversita’ senza contrasto.
Ad un certo punto la storia si trasforma in una preghiera che oggi sappiamo almeno in parte e forse in apparenza esaudita ma i cui echi lontani, risvegliano antiche paure che annullano anni di relativa sicurezza.
Simak lo conosciamo e conosciamo la sua prosa delicata che non si smentisce ma si esalta in questo che e’ tra i suoi romanzi piu’ celebri e celebrati. E’ fortissima la poetica di un autore che non trasforma mai il sogno in incubo e che anzi sa essere tra i grandi sostenitori e paladini dello spirito umano, umanita’ che a suo dire, ci sopravvivera’ ed e’ cosi’ dolce crederci…

4 Responses to La casa dalle finestre nere – Clifford D. Simak

  1. stellassj scrive:

    E’ uno dei miei romanzi preferiti. Indimenticabile.

    • Cio’ che ancora mi sorprende, anche se non dovrebbe, dei libri dei decani della fantascienza, e’ la grande umanita’ che sanno esprimere, il tenere al centro l’umanita’ anche in galassie lontane lontane o altri tempi, altre ere. Simak anche sotto questo aspetto ha fatto un lavoro straordinario ed e’ davvero un gran libro.

      • stellassj scrive:

        Concordo. Ciò che ancora sorprende me, anche se non dovrebbe, dell’umanità stessa, è che temi come questi vengano sottovalutati. Nella figura di Enoch Wallace, nella sua solitutine, nella sua consapevolezza, nella sua predestinazione, c’è qualcosa di immenso e di ineluttabile, che riflette in un modo o nell’altro la vita di ciascuno di noi. Dovrò scrivere una recensione anch’io su questo romanzo (sconosciuto ai più). Interessante anche il resto del blog, spero di visitarlo meglio quando avrò un pò di tempo. A presto.

      • E’ la natura stessa della fantascienza, quella di un tempo almeno, ad essere mezzo e non fine di altre considerazioni sull’uomo e la sua storia. Simak crea un contesto alle grandi domande che generazioni di filosofi hanno cercato di rispondere e a suo modo contribuisce al dialogo, con una poetica questa si da fine narratore.
        La mia non e’ solo dietrologia, c’era davvero qualcosa di speciale in questi vecchi autori.
        Ciao e a presto!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: