Iron Sky – Timo Vuorensola

Iron SkyQuando anni fa comparve il primo teaser su YouTube ne rimasi entusiasta e nel contempo rassegnato a non vedere mai realizzata un’idea cosi’ brillante per quanto non nuova.
Perche’ tanta rassegnazione si dira’, ebbene non era peregrino ritenere che solo Hollywood potesse sostenere una produzione di questo tipo e figuriamoci se poteva passare da quelle parti l’idea che esista un IV Reich pronto a dare filo da torcere all’intero pianeta.
Di questo si tratta, ovvero l’ipotesi che i nazisti siano riusciti nel 1945 a fuggire dalla Terra e nascondersi sul lato oscuro della Luna.
Un nuovo allunaggio, formalmente per promuovere la rielezione della Presidentessa degli Stati Uniti ma in realta’ per trovare giacimenti del prezioso Elio 3, svelera’ la presenza nazista e inneschera’ il nuovo conflitto mondiale sino alla formidabile battaglia spaziale conclusiva.
Ebbene alla fine il film e’ stato realizzato smentendo il mio pessimismo ma si converra’ che stiamo parlando di un miracolo produttivo che ha visto coinvolte ben tre nazioni, Finlandia, Germania, Australia, una inifinita’ di piccoli finanziatori, finanche le minuscole donazioni dei frequentatori del web che hanno creduto nel progetto.
Non c’e’ ombra degli States che del resto dalla pellicola vengono massacrati a colpi d’umorismo e nel saperli fuori dal progetto, scopro almeno qui di aver visto giusto.
Il film merita per tante ragioni. In primo luogo per l’impegno di realizzare qualcosa al di fuori dei canali consueti, dimostrando che i soldi possono essere un problema secondario, volere e’ potere insomma.
Tecnicamente ineccepibile, soggetto ben giocato e interpretato da professionisti che reggono ruolo e storia.
Poi diverte e gli effetti speciali niente affatto male, danno un nuovo spessore alla speranza di vedere qualita’ oltre i soliti studios. Devo aggiungere che e’ da Star Wars, citatissimo peraltro, che non si assisteva ad un assalto spaziale cosi imponente ad una base nemica.
Eppure se l’umorismo sottende il progetto e’ in realta’ cio’ che non mi convince del tutto o meglio e’ un’interpretazione che funziona ma avrei preferito uno sviluppo drammatico e terribile da fine del mondo.
Sara’ che m’incanto con le ucronie di Mario Farneti – la saga di "Occidente" si che meriterebbe un ciclo cinematografico – ma avrei voluto diversamente.
Poi capisco che il soggetto sia troppo delicato e nel "libero" Occidente a senso unico, non si puo’ concedere la suggestione di voler esaltare un’idea differente dall’ufficiale, per cosi’ dire, nemmeno come fiction.
Inoltre un film drammatico con un’invasione nazista ed un conflitto su scala mondiale, avrebbe richiesto sforzi produttivi quindi economici, impensabili e irraggiungibili per un film realizzato con mezzi di fortuna come "Iron Sky".
L’ultima speranza di serieta’  viene dal Nord e anche col cinema, abbiamo oggi una riprova.
Un po’ di rimpianto quindi ma missione compiuta.
Dimenticavo, strepitosa soundtrack dei Laibach, uno dei pochi gruppi al mondo con la potenza e la capacita’ d’interpretare un film come questo.

Scheda IMDB

One Response to Iron Sky – Timo Vuorensola

  1. Pingback: Laibach (Bologna 5-12-2014) | Ultima Visione

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: