Diario degli errori – Ennio Flaiano

Diario degli ErroriVent’anni di vita a piccoli morsi, vent’anni tracciati da sciabolate di fulgido pensiero, minuzie, particolari piu’ importanti dell’insieme, questo e’ "Diario degli errori" di Flaiano. Le considerazioni, le riflessioni e le analisi sono per tutti noi pane quotidiano, incessante accompagnamento e corollario di quanto ci accade attorno ma l’artista e’ colui che nel vortice dei pensieri estrae quelli piu’ rappresentativi, interessanti, peculiari e che meglio in poche parole riescono a congelare una situazione e restituirla piu’ lucida e brillante di quanto appaia ad un occhio profano o meglio dire ordinario.
Flaiano non era un uomo ordinario, non serve ribadirlo e il mestiere di scrittore, sceneggiatore, critico e saggista, lo portava ad intraprendere viaggi e conoscenze nel mondo della cultura e dell’arte tali da elevare il suo sguardo al di sopra dei normali luoghi comuni e fornire cosi’ non un semplice spaccato di un’epoca ma una cronaca proiettata ad un oggi malato perche’ figlio di un passato noncurante di quanto sarebbe avvenuto.
Lo scrittore lo conosciamo, se n’e’ qia’ scritto, cosi’ come si e’ gia’ scritto di ironia e sarcasmo come strumenti benigni per imprimere forza al discorso ma non di meno ingentilire con un sorriso per quanto amaro e nel tempo sempre piu’ amareggiato.
Terribile ed esemplare e’ ad un certo punto la disillusione la terribile constatazione di cosa fosse diventato il cinema, il suo cinema, creatura amata, vezzeggiata, da lui presa per mano e condotta quando inizio’ a farsi strada nel mondo, padre premuroso ed affettuoso che ben presto lo tradi’ per le tessere di partito, di alternative d’arte alla pornografia e facile mezzo di guadagno per quei registi e produttori che seppero cavalcare l’onda.
Non di meno il teatro, immaginato con la semplicita’ di un tempo, quinte malmesse e scenografie posticce, lo osservava precipitato nell’happening, nel messaggio iconoclasta incapace di superare persino il misero protagonismo dell’uomo di tutti i giorni intrappolato nel proprio delirio urbano.
Flaiano, qui come altrove si fa ammirare per forza e coraggio, forza del fregarsene, coraggio per riderci su senza mandarla a dire e per queste ed innumerevoli altre ragioni, "Diario degli rrrori " e’ un altro dei suoi testi ai quali non bisogna rinunciare.
"La guerra e’ un happening e questo spiega il successo che ha sempre avuto"

2 Responses to Diario degli errori – Ennio Flaiano

  1. Pingback: Ennio Flaiano su Sanremo (1968) « Ultima Visione

  2. Pingback: Consigli elettorali di Ennio Flaiano (1969) « Ultima Visione

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: