Looper – Rian Johnson

LooperNel futuro sara’ piuttosto complicato far sparire un cadavere ma in compenso avranno inventato i viaggi nel tempo.
Se in apparenza non esiste una relazione tra le due cose, in reata’ qualcuno avra’ la brillante idea di spedire le vittime nel passato dove killer chiamati "looper" provvederanno a far fuori il malcapitato e ad eliminare i resti.
Alla cessazione del rapporto di lavoro, il looper avra’ di missione l’uccidersi in versione invecchiata di trent’anni, ovvero quanto gli resta da vivere dopo una sostanziosa buonuscita e cosi’ il loop si conclude.
Accade pero’ qualcosa di strano e ad un certo punto Joe, il looper protagonista, dovra’ allearsi col se’ stesso giunto dal futuro per combattere contro un terribile dittatore da uccidere prima che prenda il potere.
Amo le storie nelle quali il tempo e’ protagonista e dal momento in cui il tema e’ delicato e serve padroneggiarlo bene, quando il gioco riesce la soddisfazione e’ grande.
Ancora piu’ grande se il protagonista e’ Gordon-Levitt, Joe giovane e Bruce Willis Joe vecchio.
Gordon-Levitt e’ un grandissimo attore, l’ho detto e lo ripeto con grande piacere. I ruoli d’azione dove serve cervello oltre ai muscoli sono l’ingrediente perfetto per far risaltare le sue capacita’ e film come "Looper" paiono scritti apposta. Per Willis ho una grandissima ammirazione. Vero erede degli ipertrofici interpreti degli anni ’80, nel decennio successivo seppe imporsi come modello di duro al quale non manca mai la battuta e se fisicamente non poteva competere con Swartzy e Sylvester, compensava col giusto grado di fisicita’ in stile marine nervoso.
Anche per lui e’ il film giusto quindi complimenti al casting e non dimentichiamo Pierce Gagnon, il ragazzino, raro esempio di giovanissimo che recita da e alla grande.
Per quanto alla fine rimanga una variazione elaborata di "Terminator", i viaggi nel tempo sono per qualcuno materia complicata ma Johnson fa le cose per bene e difficilmente ci si perde nella trama. L’azione c’e’ tutta, il divertimento pure, la fantascienza non e’ solo un pretesto e viene esaltata ai suoi massimi livelli quindi niente da dire, gran film.

Scheda IMDB

2 Responses to Looper – Rian Johnson

  1. lapinsu scrive:

    Stra concordo su Gordon-Lewitt: è bravissimo. Non so se hai visto “50/50”, ma lì è veramente superlativo. E concordo ovviamente anche su Willis, un mito per chi è cresciuto nel culto degli action movie anni 80!!!
    Discorso diverso sul film, Looper. A me non è piaciuto. Il soggetto è interessante, gli spunti geniali, ma l’elaborazione è sciatta e superficiale. Le scene d’azione sono belle, ma il cuore della storia lascia molto a desiderare.

    • Sempre nei miei giudizi do’ ampio spazio al fattore divertimento e “Looper” mi ha divertito. Credo che come me tu sia un appassionato di fantascienza e per chi ha affinita’ col genere questa roba e’ acquetta fresca ma c’e’ anche da capire che al grande pubblico non puoi spingere troppo coi paradossi temporali. Gia’ “Ritorno al futuro” ha dovuto mettere Doc davanti alla lavagna a fare i disegnini!🙂 Accontentiamoci quindi…!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: