La sentinella (Urania 514) – Arthur C. Clarke

Urania 514Certo che rileggere Clarke su una raccolta di Urania datata 1969 e’ magia, pura magia.
Classico dei classici dei classici, sappiamo tutti come il racconto degli anni ’50 "La sentinella", ispiro’ Kubrick e fu punto di partenza per "2001: Odissea nello spazio" ma volendo, la questione e’ marginale.
Per l’ennesima volta torno sulla novella, dopo molti, troppi anni e l’occasione e’ ghiotta se trovo questo vecchio Urania che mancava nella mia collezione e ad un prezzo talmente basso da commuovere.
In certi libri c’e’ tutto quanto mi serve per essere felice, la nostalgia dei primi anni di letture, la riscoperta di pezzi di storia del genere letterario che amo di piu’ in assoluto e non ultimo rileggere un indiscusso maestro della letteratura tutta.
Clarke era uno scrittore ma prima ancora uno scienziato e ogni suo scritto poggia su inossidabili colonne teoriche che con la sua straordinaria capacita’, che fu quanto di meglio lo caratterizzasse, spiega minuziosamente con una chiarezza e semplicita’ inarrivabili.
La sua era una fantascienza senza tempo, pura fantasia capace di imbastire stori semplici, basate talvolta su tecnologie oggi superate, eppure mai ridicole o patetiche. Il senso del ritmo, la gestione della suspense, piccole sceneggiature che reggono benissimo senza immagini perche’ la sua tecnica descrittiva, forma nella mente del lettore l’intero film gia’ formato. Estro e tecnica, per molti un ossimoro, per Clarke il miglior pregio.
Ad ogni modo "La sentinella" e’ il piu’ celebre ma resta uno dei tanti racconti scritti tra il 1949 e il 1951 presenti nell’antologia. Degli altri meno noti non sono stati tratti grandi capolavori ma riconosciamo in essi le tracce lasciate in molti racconti e un tanti episodi televisivi di fantascienza e non, situazioni archetipiche divenute canovaccio per una moltitudine di altre iniziative.
Clarke e’ sapiente nel mescolare elementi letterari differenti, trasportando gialli e commedie su e giu’ per il tempo-spazio reggendo l’intera struttura con la logica ferrea e la perfezione delle leggi fisiche
Nell’arte non esiste il vecchio, tantomeno nella letteratura e per qualcuno la fantascienza e’ ancora un genere di serie B, Clarke e’ li’ per smentirlo. Se infine poi c’e’ chi ritiene che solo attraverso gli elementi della tecnologia attuale si possa costruire un’avventura degna di questo nome, ebbene scoprira’ che il sale della storia e’ nelle dita dei grandi scrittori, non nella materia che ci circonda.

4 Responses to La sentinella (Urania 514) – Arthur C. Clarke

  1. paolofederici scrive:

    Non sapevo che ci fosse una sentinella di Clarke. Per me “sentinella” è sempre stato un racconto di Fredrick Brown …🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: