To the wonder – Terrence Malick

To the wonderGente infelice, alberi, tramonti, mari, monti e fiumi. Ah, i monologhi. Malick. Fine. Dimenticavo, "siamo nuvole"
Questo e’ il film, buona visione.
No vabbe’, c’e’ chi lo chiama evento, c’e’ chi sta ancora facendo pernacchie che nemmeno Sordi e Toto’ da giovani.
Gia’ Malick ha dentro l’allegria di Saviano che commenta Cioran (se lo capisse), se poi ci racconta di una francese con figlia che mal si lega ad un americano, di un prete in cerca della fede, una ex un po’ vacca, allora avanti. Critica e pubblico diviso ma sono dell’idea che sia una divisione antropologica, come un tempo scapoli ammogliati, oggi pro o contro foto di gattini su Facebook. In mezzo a tanto splendore, Ben Affleck che fa l’introspettivo ci sta come John Belushi alle prese con Beckett, Olga Kurylenko la francese, o saltella come une deficiente ad ogni piu’ sospinto oppure si deprime, probabile combinazione errata di medicinali.
Bardem il prete affranto, ha la faccia di uno che dovrebbe lasciare la tonaca e indossare una bella camicia hawaiana e infilarsi dentro un peepshow di Las Vegas senza tanti perche’ o percome e ancora ragazzette appena sgravate, disadattati, drogati e gente sconfortata in genere. Pubblico incluso.
Del resto li’ in mezzo il prete ci sta a fare soltanto da diversivo per cercare di spezzare il ritmo alla vicenda dei due gia’ cosi’ insopportabile. Abbiamo pure una rappresentanza nazionale, Romina Mondello, una superstar delle nostre che ha recitato persino in "RIS" e non le vogliamo dare l’Oscar alla carriera per un monologo che a memoria mi pare il piu’ ridicolo che la storia ricordi? 
Reinventare la poesia dell’andare a capo a ca…volo con frasi al massimo pentasillabiche, e’ ormai un affare consolidato per Malick, qui peraltro si supera in una escalation di banalita’ pseudocasuali, come lanciare in aria parole come "nuvole", "tu", "noi", "andare", "amore", "sentire".
Non dimentichiamo la colonna sonora, stampella irrinunciabile per tenere in piedi quel poco di buono che c’e’ dove questa volta esagera cercando di sfasciare da Berlioz a Rachmaninoff, da Wagner a Shostakovich ma trovare "Fratres" di Arvo Part, e’ dolore da "trattamento Ludovico"
Poi percepisco attorno a me tanto disaccordo ma che ci posso fare, sono uno di quelli che ride sulla poesia di un poster comprato all’autogrill con tramonti e signorine o bambini e prati in fiore.
Film che ridefinisce totalmente il concetto di noia. In fondo un’esperienza pure questa.

Scheda IMDB

4 Responses to To the wonder – Terrence Malick

  1. skunkyli scrive:

    Ahahahah bellissima recensione! Non l’ho visto e penso proprio che non lo guarderò mai! Oltretutto non amo Ben Affleck attore (molto meglio da regista secondo me)…

    • Al contrario! Ti invito a cercarlo perché ad un certo punto sembrava Malick che imitava Malick, una specie di gioco di specchi a riflessi infiniti, tutte le sfumature del grottesco.
      Malick ha delle carte nel suo mazzo ma non le ha giocate qui…

      • jfishnaller scrive:

        Ti volevo proprio chiedere di vederlo per avere un tuo commento…perché come direbbe il più grande sociologo del XX secolo… “per me…é una cagata pazzesca!”

      • Lo e’, una cagata pazzesca intendo. Sai, noi ci scherziamo ancora sul duo Salce/Villaggio eppure ebbero il pregio e il merito in pieno marasma rivoluzionario, di sbertucciare non tanto certo cinema quanto i paladini del sapere e della cultura.
        Pensa oggi quanto siamo lontani dal trovare qualcuno con quella forza e voglia di dare un analogo calcio a certi critici e ai loro campioni…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: