I mercenari 2 – The Expendables – Simon West

I mercenari 2Aspettavo questo film e lo aspettavo sul serio, gia’ lo scrissi sul primo capitolo. Gli ingredienti per piacermi ci sono tutti, visti i risultati precedenti certo, senza dubbio per le forze messe in campo ma soprattutto per la sincerita’ dell’intera operazione. 
Film fracassone e "ignorante" ma siamo qui per questo, calci nelle reni ai morti viventi figli di Ozpetek e Bellocchio e ripulito e disinfettato il campo dagli insetti del cinema-bene, che inizi la proiezione.
Botti da paura giusto per scaldarci, la squadra con Stallone in testa che va a salvare Arnold Schwarzenegger gia’ vale il costo del biglietto.
Tutto bene finche’ il cucciolo della squadra, la new entry Liam Hemsworth, non viene sadicamente fatto fuori da un ferocissimo Jean-Claude Van Damme nella parte del cattivo di turno.
Ambientato in Bulgaria altro tassello dell’ex impero sovietico, terra come gia’ detto florida di opportunita’ per un cinema di intrighi, misfatti ed soprusi, lo scontro voluto per pura vendetta da Stallone e dai suoi, sara’ esplosivo. In ogni senso.
Cinema e metacinema, omaggio ad un’epoca, gli anni ’80 e i suoi eroi, cita divertendosi a farlo, esalta l’iconografia alla quale s’ispira e si reinventa nel piu’ rumoroso dei modi, un vero omaggio per chi c’era e per chi ne ha goduto i frutti successivi. Scherza continuamente con se stesso, si racconta, si prende in giro e noi tutti che eravamo li’, che ricordiamo, che ancora sappiamo divertirci, siamo invitati ad un grande raduno di glorie che spezza il cuore definire vecchie. Stallone, Schwarzenegger, Willis il solo vederli fianco a fianco fa tremare i polsi. Se poi girano li’ attorno Dolph Lundgren, Jet Li e Chuck Norris allora e’ puro entusiasmo. Lascio indietro Statham, Couture Crews per non esagerare troppo.
Bella mano di Simon West anche se e’ ovvio che non stiamo qui a fare troppe considerazioni sui piani sequenza, dissolvenze o il "montaggio analogico", eccelle nel massacro delle comparse esaltato dalla computer grafica, eccede anzi nelle sparatorie e satura i colori quanto basta per renderli divertenti.
Un’ora e mezza di spettacolo e se ne vorrebbe ancora senza dover aspettare il terzo capitolo.

Scheda IMDB

8 Responses to I mercenari 2 – The Expendables – Simon West

  1. lapinsu scrive:

    Probabilmente questo film piace solo ai nati negli 70/80, che quindi sono cresciuti coi mitici action-movie dei vari Stallone, Willis e Schwarzy. Probabilmente farà accapponare la pelle ai critici cinematografici. Probabilmente è solo l’ennesimo film spaccone e metereferenziale arrivato al cinema solo per fare casa.
    Però diverte. Alla fine sei contento di averlo visto, anche se senti un po’ l’odore della nostalgia: Sly, Bruce e Arnold sono invecchiati. E lo siamo anche noi che li guardavamo 20 anni fa…

    • Solo chi e’ molto stupido o molto triste e il critico spesso e’ entrambe le cose, non comprende che l’umorismo viaggia sulla portante dell’autoreferenzialita’ e che cogliere i riferimenti passati di 20/30 anni di film di genere, e’ la chiave di lettura. Hai ragione, siamo noi 30/40enni (e qualcosa di piu’ nel mio caso) il target ma credo che il ragazzino venuto su a Vin Diesel abbia di che divertirsi.
      Sulla vecchiaia delle coppia tocchi un tasto dolente, perché sono la prova vivente di un inevitabile decadimento che da qualche parte ancora la mente rifiuta pero’ diciamocelo, arrivare cosi’ alla loro eta’, di firme c’e’ da metterne due, non solo una…

      • lapinsu scrive:

        Vin Diesel… l’ho visto di recente e caspita se è invecchiato pure lui🙂

      • A me manca da un po’ invece e ti diro’, in quanto figlio di una certa estetica fracassona, apprezzo il buon Diesel e vedo in lui un giusto epigono dei nostri eroi.
        Assieme a The rock tengono alta la bandiera del “menare le mani”… e per fortuna!🙂

      • lapinsu scrive:

        Hai ragione anche su The Rock \ Dwayne Johnson: sono gli ultimi epigoni di un cinema “spaccone” che negli ultimi tempi è un po’ caduto in disgrazia.

        Dwayne , tra l’altro, ha avuto una maturazione artistica incredibile: non so se hai visto FASTER. E’ un bel film, cupo, violento, e lui ci si cala benissimo. E’ grosso, ma è pure bravo.
        Lo stesso dicasi per Vin: in “Prova a incastrarmi” è veramente delizioso.

      • Ho molto rispetto per entrambi e come interpreti non ho mai avuto nulla da ridire. Anzi. A qualcuno piace dipingere questi attori come ammassi inerti di muscoli ma loro e naturalmente prima Stallone e Schwarzenegger, dimostrarono di saper passare da film testosteronici a commedie come “Gemelli”, “Junior” o “Un poliziotto alle elementari” l’uno e “Oscar”, “Fermati o mamma spara” l’altro, forse prove non da statuetta ma a ben vedere non sono tantissimi gli attori “seri” che sanno passare attraverso generi tanto diversi.
        Se poi facciamo confronti a casa nostra…

  2. jfishnaller scrive:

    Il solo ingresso di chuck norris solitario fa gridare “oohhh” a tutta la sala… bellissimo nella sua esagerazione !

    • Ma assolutamente! Il fatto stesso che si siano messi a cercare il “facts” piu’ divertente (il serpente che l’ha morso e che poi e’ morto… tra atroci sofferenze) e includerlo nella storia, la dice lunga sulla ricercata ed efficace autoreferenzialita’ dell’opera! Serve essere molto in gamba per sapersi prendere in giro…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: