New York, New York – Martin Scorsese

New York New YorkLa guerra e’ finita, grandi prospettive per i reduci statunitensi al loro ritorno a casa e a uno come De Niro, sassofonista spiantato ma molto in gamba,  manca solo una bella donna per conquistare il mondo. Trovera’ sulla sua strada Liza Minnelli, voce fenomenale che poco a poco s’innamorera’ di lui ma proprio quando nasscera’ il loro primo figlio, le loro strade si divideranno, lei nuova stella e diva del mondo dello spettacolo, lui buon musicista padrone di un club. New York, come un tappeto di stelle, a far da sfondo.
Confesso molta perplessita’. Non capisco come siano passati al vaglio di una produzione hollywoodiana, i primi 20 minuti intasati da uno dei peggiori abbordaggi della storia del cinema, pedanteria senza fine dopo la quale si auspicherebbe l’arrivo di qualcuno che finalmente stendesse De Niro a cazzotti feroci in bocca, tanto e’ irritante e noioso. Nel suo personaggio alberga uno psicopatico piuttosto che un artista bizzoso e pieno di se’ e francamente inquieta al punto da sperare per lui il peggior destino possibile.
Il resto non e’ che faccia molti passi avanti. Dopo l’irritazione iniziale, si recupera verso la fine ma e’ una sofferenza arrivare in fondo. Cosa doveva essere tutto questo? Un omaggio a Broadway, ai musical, al mood di una citta’?
Da qualunque parte la sia guardi, e’ un fallimento dal quale si salva solo lei, Liza.
Voce straordinaria ed e’ difficile trovare i giusti superlativi per un’interprete che lascia senza fiato.
Non m’interessa neppure la Minnelli attrice, brava ma persa nella confusione generale, quando con la voce copre di luce tutto cio’ che la circonda.
Flop non abissale ma considerevole, ebbe parecchie ripercussioni sulla carriera di Scorsese.
Malvoluto da molti, quasi tutti, oggi si tende a dimenticarlo, salvando il solo tema del film, quel "Theme from New York, New York" che tanta fortuna ha portato alla Minnelli anche grazie all’interpretazione di Sinatra poco tempo dopo ma non dimenticherei ogni singola canzone da lei interpretata.
Nel bene e nel male un pezzo di storia, da guardare poi andare oltre.

Scheda IMDB

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: