Willard il paranoico – Glen Morgan

Willard il paranoicoAvete presente quando si scarica un film e al suo posto arriva l’immancabile e noiosissimo pornazzo? Ebbene talvolta capita che un qualche zuzzerellone dalla sfera sessuale deviata, sostituisca un film per un altro ed ecco come mi sono ritrovato involontariamente tra le mani "Willard il paranoico".
Da tempo non presto molta attenzione all’horror statunitense, specialmente se mid-budget ma come si fa a resistere al faccione inquietante di Crispin Glover nei panni di un moderno e deviato pifferaio magico?
Quindi tengo il film e decido di vederlo alla prima occasione.
Willard, quarantenne a dir poco complessato, vessato dall’orrenda madre e dal capo che comanda quella che fu l’azienda di famiglia, ha amici nientepopodimeno che tra i ratti alloggiati nello scantinato e in breve trovera’ in loro degli alleati ma anche dei nemici. La vendetta e’ un piatto che va mangiato freddo, e’ il caso di dirlo, ma dalla quale bisogna tenersi a debita distanza se non si vuole passare da carnefice a vittima.
Diciamolo senza mezze misure: robetta. Piacevole, efficace per certi versi ma non e’ che si rimanga esterrefatti dalla meraviglia. Di horror praticamente nulla, chiamiamolo semmai favola oscura, antagonista nervosa di "Un topolino sotto sfratto" e recuperando parte del gotico steampunk alla "The mangler", fa molto piu’ effetto pensare alla propria casa invasa dai topi piuttosto che a gatti o umani smangiucchiati vivi.
Sfido gli animalisti, qualunque sia il loro grado di psicopatia, a desiderare un rientro a casa con l’accoglienza di migliaia di topi grassi e defecanti, escluso Willard ovviamente.
Glover ha la faccia giusta nel ruolo giusto e in effetti non serve molto altro e non a caso innegabilmente nella parte. Sempre piacevole R. Lee Ermey, il sergente Hartman di "Full Metal Jacket", un attore fermo ad un ruolo solo ma che sa fare benissimo e probabilmente saprebbe dare molto di piu’. Morgan il regista e’ uomo di cinema e televisione alla sua prima esperienza, recupera l’originale dei primi anni ’70 e non se la cava male ma certo non saprebbe andare troppo oltre.
Film da "notte horror" televisivo o festival di genere in qualche oscuro paesello di provincia. Fate voi.

Scheda IMDB

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: