Elysium – Neill Blomkamp

ElysiumNeill Blomkamp torna sul grande schermo dopo il precedente "District 9", replicando con un film di fantascienza e nell’anima lo stesso spirito di denuncia sociale. Con una botta di fantasia, la storia e’ ambientata in un futuro dove i ricchi stanno nello spazio in una gigantesca colonia spaziale e i poveri restano sulla Terra a soffrire in una avveniristica replica dantesca.
Matt Damon e’ un ex delinquente redento ma il regime, attraverso il braccio armati di robot poliziotto – nerissimi ovviamente – gli impedisce anche la miseria della tranquillita’. In fabbrica avra’ un incidente e quando gli resteranno cinque giorni di vita, decidera’ di salvarsi la pelle ad ogni costo.
Nel frattempo sulla colonia spaziale, una Jodie Foster cattivissimissima. prepara un colpo di stato.
Ora ragazzi, non lo dico con astio ma perdio evolvetevi. Ma si puo’ come ai tempi di Maria Antonietta, incrociare immagini di bambini poveri sulla terra e bambini ricchi che mangiano pasticcini nello spazio?
Si puo’ concepire una societa’ dove la tecnologia ha creato robot in grado di cogliere l’ironia della voce ma deve usare uomini per stringere delle viti?
Si puo’ pensare ad un automatismo che irrora radiazioni, rilevi una presenza umana solo a processo iniziato?
E i ricchi tanto stupidi da avere una magica macchina guaritrice in ogni casa da non volerne regalare ad un ospedale rischiando la ribellione? Non voglio andare oltre ma qui non si pecca d’ingenuita” ma di pura e semplice stupidita’. Il finale del film del resto dimostra quanto sia fragile l’assunto che regge l’intera storia, dove tutto il casino e’ solo per rivendicare macchine salvavita che su Elysium, paradiso in cielo, le trovi anche nelle case sfitte.
Sul fronte attoriale poco da dire. Matt Damon mi piace sempre meno e purtroppo dovra’ fare di meglio per affrancarsi dalla tragica trilogia di Bourne, magari scegliendo pellicole migliori. La Foster e’ meno piagnucolosa del solito ma resta l’antitesi della donna con le palle, quindi inadatta al ruolo.
Begli effetti ma per quelli non serve arte, soltanto soldi e nell’immotivazione generale, sono le sole cose che reggono un film improponibile.
Forza, Neill, leggi qualche libro  in piu’, liberati delle fisse mondialiste e passa oltre.

Scheda IMDB

6 Responses to Elysium – Neill Blomkamp

  1. Anche a me non è piaciuto Elysium, per quanto mi piaccia molto Matt Damon

  2. lapinsu scrive:

    Blomkamp è un sopravvalutato, come il suo amichetto Peter Jackson.
    Ed Elysium fa cagare esattamente come District 9😉

    • Sei perentorio ma il succo e’ quello!🙂
      “District 9” mi piacque un po’ di piu’, piu’ nel complesso che nell’idea nemmeno troppo sottotraccia che si voleva portare avanti. Quantomeno poi si potevano avere dubbi sulle mire del regista, dubbi purtroppo fugati con “Elysium”…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: