Capitan Harlock – Shinji Aramaki

Capitan HarlockMitico Capitan Harlock! Ecco, questo sarebbe il commento del quarantenne dizionario-minimo-dotato che ricorda se stesso far merenda coi cartoni pomeridiani in tv. Ovviamente parliamo di quei quarantenni che di anime non hanno mai capito una mazza, in primo luogo perche’ non gliene fregava molto, poi perche’ anche con gli anni non hanno approfondito la dialettica e la poetica di Matsumoto, certamente perche’ non hanno idea di chi egli sia.
Di Matsumoto io posso invece dire di non averlo amato poi molto.
Innanzitutto per la grafica, troppo stilizzati e nel contempo stereotipati i suoi personaggi, stile che lo rende immediatamente riconoscibile ma che non casca nella cerchia dei miei gusti, poi le sue storie non mi sono mai andate troppo a genio. Il dramma perenne dei suoi eroi, le tragedie sottese alle loro esistenze, fin da allora m’intristiscono offuscando il valore delle avventure.
Detto cio’ e’ impossibile non riconoscere l’importanza che egli ha avuto nel mondo manga e anime e l’influenza che ancora oggi esercita nei confronti del genere e dei suoi seguaci.
Il film e’ un giusto omaggio e una piacevole sorpresa. Totalmente in CGI, gonfia i muscoli con la tecnologia che abbiamo imparato a conoscere a partire da "Final fantasy", riportato e’ chiaro al 2013 e con valangate di dollari, percio’ qualita’ altissima e spettacolare. Harlock e la sua ciurma contro la Gaia Sanction ovvero la coalizione politica e militare che ha il dominio della Terra e la missione di riportare indietro il tempo quando l’umanita’ era riunita sotto un unico cielo. Sgombriamo subito il campo da ogni dubbio: la trama del film ha poco o nulla di che spartire con le serie originale e dagli OAV della "Harlock Saga" ma da queste preleva spunti, idee e suggestioni.
Ci sta del resto perche’ come sempre, in due ore di film non e’ possibile ridurre storie molto piu’ lunghe e complesse.
Aramaki viene dall’animazione e si vede. Regia ottima, egli ragiona sulla tecnica e per la tecnica che il CGI gli permette. Visivamente sontuoso, trasmette l’epica di una guerra che decidera’ le sorti dell’universo e il dramma di un eroe dal quale l’universo dipende. Combattimenti strepitosi, da togliere il fiato e discreta caratterizzazione dei personaggi, oltre alla superba animazione s’intende. La trama in realta’ scricchiola parecchio ma sappiamo anche che in questi prodotti spesso conta piu’ la sensazione che la ferrea coerenza. Passato da noi in sordina, malgrado i fautori del "mitico" ma non e’ mai troppo tardi per recuperarlo sul piccolo schermo.

Scheda IMDB

4 Responses to Capitan Harlock – Shinji Aramaki

  1. stellassj scrive:

    Passato relativamente “in sordina”… sulla mia home di facebook a gennaio non si è parlato d’altro per un mese…🙂 A me non è piaciuto affatto, tanto atteso quanto deludente. Certo la resa grafica è stata davvero sbalorditiva, ma tutto sommato mi è sembrato un film per bambini, mi aspettavo qualcosa di più maturo. Se può interessare, a suo tempo ne ho fatto anch’io una sommaria recensione sul mio blog dedicato al cosplay:
    http://stellassjcosplay.wordpress.com/2014/01/06/space-pirate-captain-harlock/

    • I distributori del film saranno gratificati da tanta attenzione sulle tue pagine ma credo avrebbero preferito qualche spettatore in piu’🙂
      Il soggetto non lo definirei per bambini, semmai pecca di scarsa coerenza e soprattutto si aggrappa a questa idea dello strappo spaziotemporale molto suggestiva ma che nel concreto e’ una ca…volata pazzesca.
      Un po’ tutto non funziona ma stiamo parlando del prodotto di un autore che da sempre antepone la poesia alla logica stringente (pensa a “Galaxy Express 999″…)
      Con la sospensione dell’incredulita’ tutto funziona, percio’ la mia e’ una piu’ che ampia sufficienza e una vera meraviglia per l’animazione…

      • stellassj scrive:

        Colgo una lieve ironia nell’accenno alla gratificazione dei distributori😉
        [ci sta tutta… ho trascurato il fatto che in effetti la mia home di facebook è popolata solo da nerd, otaku, cosplayer e giappofili di ogni sorta]

      • Ti sbagli, sono tutt’altro che ironico. Intendo proprio dire che purtroppo una schiera anche nutrita di fans appassionati non convince troppo i distributori cosi’ attaccati al vile denaro.
        Fortunatamente per te, i tuoi accoliti e mi ci metto dentro anche io in quanto fan della primissima ora e ancora attento alle nuove produzioni, gente come la Dynamic vede e provvede, cosi’ come la Nexo, seppur a caro prezzo porta al cinema qualcosa di buono ma cio’ non basta.
        In realta’ mi risulta che il film non sia andato malissimo, forse sotto le aspettative e credo proprio per la defezione dei miei coetanei quarantenni sui quali non a caso punto il dito, sempre pronti a usare la parola “mitico” ma nel concreto continuano ad essere superficiali anche nei gusti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: