La Mano Di Gloria (Libro 1) – Renato "Mercy" Carpaneto

La Mano Di Gloria (introduzione parte 1)
La Mano Di Gloria (introduzione parte 2)

La mano di Gloria Libro 1Superare le difficolta’, le barriere erette da Carpaneto, presunte o reali che siano e tuffarsi nella storia e’ tutt’uno.
Il primo volume e’ un lungo antefatto per introdurre nelle vicende che esploderanno in seguito, in ogni accezione possibile.
L’anno e’ il 2029 ma da qui nulla inizia e nulla finisce, semmai si definisce un punto di svolta all’interno di un percorso iniziato con la nascita dell’Occidente, con la Grecia, il cristianesimo e la storia dell’Europa prima e dell’America poi sino ai giorni nostri e ancora oltre, nella proiezione tragica di un presente disintegrato che nel futuro puo’ soltanto divenire tragico. Futuro che nel contempo mostra la sua vera  natura dittatoriale, la piu’ terribile che l’umanita’ abbia mai affrontato perche’ totale, totalizzante e sostenuta dagli oppressi, plagiati ancora convinti di essere uomini liberi. Processo lungo decenni, secoli anzi e nel pretesto della democrazia, ogni privilegio democratico e’ stato schiacciato lentamente ed inesorabilmente attraverso la disintegrazioni di quei valori che hanno reso il nostro popolo forte, vivo e vitale.
C’e’ voluto tempo ma poco a poco e’ bastato eliminare l’idea stessa di famiglia, di Dio, di onore e dovere per coprire il mondo di melma libertaria dai miasmi che sanno di omologazione conquistata attraverso la demolizione del pensiero indipendente. E’ il materialismo che intrappola in una gabbia, guscio di noce mascherato da spazio infinito ma qualcuno e’ stato capace di svegliarsi dai brutti sogni.
Percio’ il primo libro e’ soprattutto la presentazione del nucleo fondativo della Mano di Gloria, ripeto solo presentazione perche’ gran parte della storia di ognuno quindi le cause scatenanti che li hanno condotti sino a quel punto, le troveremo sparse nelle pagine a venire.
Parliamo di Pietro Jorio, capo carismatico, ideologo e filosofo, primo tra tutti ma in fondo soltanto un tramite di un urlo collettivo stanco di un sistema la cui forma la defini’ Orwell "uno stivale che calpesta un volto umano, per sempre". Suo il coraggio di dire basta ma ancora meglio trovare il modo di abbattere un complotto talmente esteso e potente che anche la ribellione armati di milioni, equivarrebbe ad affrontare una corazzata con una barchetta e quindi da combattere con ben altri mezzi, non certo la forza bruta.
E’ la storia di Lothar Drusian e ancor prima della sua famiglia, dal bisnonni in poi, della madre martire che diede il nome al primo movimento ribelle, "Edelweiss". Bello e forte come un dio, egli incarna la fierezza di un popolo, di una razza, le tradizioni, la cultura che la contraddistingue. Egli il grimaldello per aprire le menti di chi convinto dal costante martellamento di coloro che vogliono l’individuo piccolo, debole, cattivo, colpevole ed inadeguato, e puo’ ritrovare l’orgoglio di appartenere ad una stirpe coraggiosa ed eletta.
C’e’ Fosco Pardini, l’anarca strappato dalla propria casa infettata attraverso il sangue di innocenti versato nei suoi luoghi piu’ sacri. Lui, l’uomo ribelle per puro spirito di liberta’, colui che si e’ salvato per educazione, tradizione ed indole all’indottrinamento dei beni materiali sullo spirito e che mai si e’ piegato alle logiche di un consumismo che dalla produzione porta all’uso e infine concede solo la morte.
Infine ma non ultima, Donna Vittoria Cristaldi che in pochi giorni ha visto massacrare il marito prima e i due figli piccoli poi, assieme a tutti i suoi amici, parenti e l’esercito tutto del consorte, boss della malavita organizzata calabrese. Scampata alla morte per un vero e proprio miracolo, creduta anch’essa deceduta, prendera’ le redini della famiglia e la sua vendetta si andra’ a sovrapporre con gli intenti del gruppo, forse perche’ in cima alla lista dei mandanti, i nomi dei responsabili sono i medesimi.
Non c’e’ da trascurare neppure i tanti comprimari, a loro volta estremamente definiti con un tratteggio mai sovrabbondante o inutile, perfettamente coerente e logico all’interno delle dinamiche che intercorrono fino all’ultima pagina e di pagine ripeto, ce ne sono tante.
Ebbene Carpaneto attraverso la loro storia, crea l’antefatto ma nel contempo fa capire che in fondo loro sono pochi tra i tanti e nessuno escluso, potrebbe essere parimenti coinvolto, iniziando proprio da chi legge.
L’effetto e’ duplice. Da un lato si predispone il terreno dal quale far germogliare il racconto, dall’altro crea simbiosi ed equivalenza coi protagonisti attraverso l’inevitabile confronto che si fa coi propri ricordi e le proprie esperienze, ritrovando nelle loro vicende la stessa rabbia e le stesse motivazioni che li spingono a mettere in gioco le loro vite per combattere una battaglia impossibile che eppure puo’ essere vinta.
Sapientemente Mercy centellina indizia su cio’ che dovra’ accadere e ben presto si inizia comprendere che tanti preamboli o in apparenza inutili dettagli, siano in realta’ le fondamenta stesse dell’intera vicenda. Cio’ avviene perché funzionale alle dinamiche del racconto ma soprattutto al significato piu’ profondo, ovvero comprendere che nulla inizia per caso e che gli uomini e le donne di quelle pagine, sono archetipi dai quali iniziare un cambio interiore ed una presa di coscienza sul reale stato del quotidiano. Lo scrittore non si limita a puntare il dito ma ne fornisce causa e pretesto perche’ lo scopo ultimo non e’ affermare bensi’ spiegare, introdurre ad una filosofia alternativa non per presa di posizione ma come atto cosciente e motivato. Percio’ posto il problema egli fornisce una soluzione e con essa la dimostrazione sul come ottenerla e verificarla.
Questo non e’ un romanzo ma siamo di fronte ad un trattato, esposto in forma racconto come una lunga e complessa parabola finalizzata a far comprendere ed illustrare.
L’opera e’ unica anche per questo ma dopo 750 pagine, siamo solo all’inizio.

La Mano Di Gloria (Libro 2)
La Mano Di Gloria (Libro 3)

Dove acquistare "La mano di Gloria"
Ianva – Pagina ufficiale
La mano di Gloria – Blog
Presentazione YouTube

2 Responses to La Mano Di Gloria (Libro 1) – Renato "Mercy" Carpaneto

  1. Pingback: La Mano Di Gloria (Libro 2) – Renato "Mercy" Carpaneto | Ultima Visione

  2. Pingback: La Mano Di Gloria (Libro 3) – Renato "Mercy" Carpaneto | Ultima Visione

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: