Silence is sexy. L’avanguardia degli Einsturzende Neubauten – Giovanni Rossi, Kyt Walken

Silence is sexyVoglio innanzitutto parlare della Tsunami Edizioni. In un periodo nel quale l’editoria affonda, le prospettive dicono al ribasso, laddove tra crescita digitale e ignoranza incipiente non si sa chi assestera’ il colpo mortale alla carta stampata, Eugenio e Max se ne escono con l’idea azzardata ma vincente di iperspecializzarsi sulla stampa musicale in genere, il rock, anche quello durissimo in particolare, colmando una grave lacuna nel panorama editoriale italiano, alzando nel contempo lo standard complessivo come mai si era visto prima. I libri della Tsunami sono percio’ curatissimi iniziando da volume e carta sino all’impianto grafico ma principalmente straordinariamente interessanti e qualitativamente eccellenti grazie alle ottime firme di casa nostra e un’accurata selezione tra i nomi esteri.
Infine e non e’ poco, cio’ che mi piace di loro e che sono sempre in prima linea e li trovi in tutte le fiere legate all’editoria ma anche dai concerti piu’ importanti, ci parli, ci si confronta, capisci che competenza e passione vengono prima del mero business e anche su questo fronte il rapporto qualita’/prezzo resta eccellente e vedrete che Max sapra’ farvi offerte che non potrete rifiutare.
Tutto cio’ parrebbe esterno al libro in senso stretto ma non lo e’ perche’ dire libro delle Edizioni Tsunami, significa grande, grandissima cura e qualita’ e cosi’ anche per i Neubaten. Rossi, giornalista, scrittore e modenese come me, la Walken cantante, bassista e scrittrice, entrambi firme illustri in altre pubblicazioni Tsunami e presto anche da queste parti, ricostruiscono la storia della band berlinese iniziando proprio dai luoghi, dal territorio cosi’ come dalla storia e la politica, perche’ senza storia non si puo’ comprendere Berlino e senza Berlino non si possono comprendere i Neubauten. Se la prima parte quindi e’ dedicata alla conoscenza con la citta’ e il suo passato, non di meno serve conoscere la scena musicale tedesca perche’ come gli autori puntualizzano trovandomi pienamente d’accordo, serve piantare dei paletti come Kluster (ma anche Can, Tangerine Dream e Amon Duul) e Throbbing Gristle (fosse solo per il termine "industrial") attorno ai quali legare le radici della band. Si prosegue con la minuziosa analisi cronologa di ogni album, contesto, storia, aneddoti e non meno importanti le traduzioni dei testi principali che dato il tedesco, fanno sempre comodo, Tre decenni di musica, tre momenti di cambiamento che vedono transitare Blixa e soci dal rumore, alla melodia, fino all’indipendenza commerciale che coincide con un nuovo fare musica collettivo laddove s’includono i propri fan nel determinare le scelte tecniche.
Oggi i Neubauten sono un gruppo piuttosto diverso da come erano un tempo ma del resto e’ giusto sia cosi’, specie se nel cambiamento v’e’ evoluzione  intesa come crescita e il libro di Rossi e Walken mette ordine nella storia di una band che la storia l’ha fatta per davvero. Ancora una volta gran bel lavoro Tsunami!

Pagina della Tsunami dedicata al libro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: