L’occhio del diavolo – Ingmar Bergman

L'occhio del diavoloMica e’ detto che sia solo l’inferno a infastidire il Paradiso.
Accade anche il contrario in un continuo botta e risposta tra i due domini separati dal pianeta Terra, luogo di eterna battaglia, con gli uomini come inconsapevoli pedine.
Cosa puo’ irretire il diavolo in persona se non la purezza, la bellezza, l’amore e l’onesta’?
Pare impossibile che una sola persona abbia in se’ tutti questi pregi, eppure la bella Bibi Andersson, ventenne casta e pura riesce con le sue grazie a far chiudere un occhio a Belzebu’ con un fastidioso orzaiolo.
Per distruggere tanta virtu’ l’inferno scatena la sua arma piu’ potente: Don Giovanni che tornando per un giorno sulla Terra, dovra’ far cedere la bella Bibi e rinunciare alla propria purezza a pochi giorni dal matrimonio.
E’ cosi’ che il redivivo rubacuori, accompagnato dal fedele servitore, finira’ a casa del reverendo suo padre e mentre il secondo cerchera’ di sedurre la madre della bella, Don Giovanni puntera’ tutte le sue armi sulla casta figlia. E il padre e marito? Nella sua lotta contro il male, ridurra’ la questione ad livello teorico e astratto.
Strano film per Bergman, Impostazione teatrale, come in effetti e’  il testo non suo, da lui rielaborato ma declinato in eccesso sulla commedia, un po’ troppo leggera per le sue corde. E’ un Bergman relativamente giovane, piu’ propenso alla facezia ma certo lo sappiamo diverso da come qui si mostra. E’ pur vero che il regista ne approfitta per mollare fendenti micidiali allo stile di vita nordico e soprattutto alle signore di quelle zone, arrivando a stilare un feroce decalogo per conquistarle. Protagonista la Andersson, invariabilmente sua ex ed inevitabilmente protagonista in una storia che senza dubbio avra’ risvolti autoreferenziali, incluso un padre pastore protestante, incapace di comprendere le necessita’ di chi gli sta accanto.
Un  Bergman diverso ma alla fine ci piace anche cosi’.

Scheda IMDB

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: