Lo spaccacuori – Farrelly Brothers

Lo spaccacuoriDa ogni dove spunta sempre fuori qualcuno che cerca di convincerci che le peggiori perversioni e nefandezze siano da accettare, comprendere anzi incentivare come stimolo e simbolo di liberta’ .
Tutto si deve in nome di un orrore egalitario e guai ad opporsi, pena strali e condanne da parte dell’imperante regime buonista ed orwelliano del pensiero unico. Al contrario certe scelte di vita, talvolta obbligate da destino avverso o semplice bisogno di tempo e convinzione come ad esempio essere single quarantenni senza famiglia alle spalle, compresi figli ed ex mogli, appare agli occhi di molti una aberrazione insopportabile.
E’ per questa ragione che Ben Stiller, quarantenne deluso dall’amore, tormentato dal padre, dagli amici e dalle cattive occhiate di chi lo circonda, decide di convolare a nozze con una bella e fragile ragazza conosciuta poche settimane prima, una pero’ che appena sposata, si rivela una pazza psicopatica e debosciata ovvero una ambientalista, ex drogata, nullatenente, sessualmente deviata, col quoziente intellettivo azzerato che e’ a ben vedere caratteristica propria di quella gente li’.
La scoperta in pieno viaggio di nozze e’ di quelle che spaventano ma l’incontro con la vera anima gemella, nello stesso residence messicano assieme a dei parenti, da un lato sara’ meraviglioso, dall’altro andra’ a complicare una situazione di per se’ gia’ abbastanza difficile.
Farrelly iperclassici in una tra le piu’ smaccate commedia all’americana che non a caso trova in Stiller il protagonista ideale. Le situazioni paradossali loro ci sono, mazzate tremende al politicamente corretto pure cosi’ come si gioca parecchio con gli stereotipi, i vizi e le banalita’ degli americani. Diciamo che la trama non e’ imperniata totalmente su questo come in passato ma allo stesso tempo non c’e’ da confondere uno stile con l’apparente trivialita’ di certe situazioni, esilaranti punto e basta.
Stiller sa anche farsi volere bene e non e’ che io sia un suo fan mentre invece di bene ne vogliamo molto a Malin Akerman bellissima ed evidentemente spiritosa e moltissimo a Michelle Monaghan creatura dolce e soave come poche.
Si dira’ che e’ robetta. Si lo e’. E allora?

Scheda IMDB

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: