Divergent – Neil Burger

DivergentEnnesimo post-qualcosa e da qualche parte l’umanita’ e’ ripartita con le dovute modifiche e misurata riorganizzazione. La societa’ e divisa in cinque caste, estrema formalizzazione di quanto esiste gia’ oggi. Ci sono i guerrieri, gli scienziati, i giuristi, i contadini e il nuovo clero, oltre ai paria, scomoda conseguenza di chi non trova un ruolo.
In giovane eta’ si decide da che parte stare e la scelta e’ per sempre. Il potere e’ stabilito debba essere del clero ma qualcosa sta cambiando e Shailene Woodley la protagonista la cui famiglia appartiene a questa schiera, decide di diventare una guerriera. In realta’ il test che dovrebbe svelare l’indole personale, le rivela d’essere una divergente, soggetti rari che incarnano le virtu’ di tutti i gruppi, percio’ pericolosi per chi comanda, quindi eliminabili appena scoperti.
La ragazza e’ dotata e ben presto sara’ una delle eccellenze delle nuove leve ma la sua missione sara’ molto piu’ alta e importante.
Questo e’ un film che volevo vedere, non tanto per il soggetto quanto per Neil Burger alla regia. Egli e’ uno dei nuovi nomi che preferisco perche’ mi ha a dir poco entusiasmato con "Limitless" e "The illusionist".
Qui e’ ineccepibile ma di suo, del suo estro, della sua velocita’ non c’e’ quasi traccia e non ha colpa.
"Divergent" appartiene a quella schiera ormai fin troppo satura di film che vede baldi giovani a salvare il mondo in qualche scenario apocalittico. In fondo ci sta che gli adolescenti ci si affezionino, del resto in quest’epoca di diritti assoluti, senza piu’ un compito, un ruolo, una fatica, uno sforzo, tutelati sino all’eccesso da un sistema che ha rinunciato all’educazione permettendo l’ascesa di nuove fragilita’ meglio controllabili e gestibili dai venditori di telefonini, soft drinks e scarpe firmate, ebbene per tutti questi vedere un loro coetaneo che si fa il mazzo, decide e magari comanda, e’ un’esperienza nuova e meravigliosa. Il cinema, altro prodotto da vendere all’ingrosso lo sa e ci spinge dietro, magari creando l’ennesima trilogia da spremere per anni. Il film e’ pure buono ma nell’insieme stanno iniziando a stancare, risultando tutti uguali. Percio’ Burger fa quello che puo’ ma il suo compito e’ fare milioni, non arte, quindi alla fine che sia lui o un altro, e’ quasi indifferente.
Aspetteremo l’ennesimo sequel, poi il prequel, poi il reboot ecc. ecc. ecc. ecc.

Scheda IMDB

3 Responses to Divergent – Neil Burger

  1. Francesca scrive:

    Ah alla fine hai visto pure questo… cavolo, mi dispiace… almeno io sono stata irretita dalla presenza di Kate Winslet. Ok, puoi sostituire irretita con fregata. Ho cordialmente detestato questo film, vuoi per i personaggi al limite del fastidioso (tipo il tizio che perculava una delle due protagoniste) o per tutta una serie di idee banalotte ma che devono andare alla grande nel magico mondo dello ya. Un mondo popolato da ebeti, praticamente. Certo, leggendo i libri (non me ne vanto ma qualcosa dei volumi ho letto) si capisce perché sono ebeti, il plot twist è pure quasi interessante, peccato che Tris sia una fracassa maroni dall’inzio alla fine e che il tipo che le va dietro sia peggio ancora che nei film. Vabbé ma io non sono né young né adult, per cui è ovvio che non posso apprezzare ‘sta roba.

    • Non so te ma io sono fuori target da ‘sta roba e non solo per le tematiche adolescenziali. Oltretutto le saghe analoghe si stanno accumulando, altro segno del declino di un cinema hollywoodiano che tolti pochi maestri, non sa piu’ che inventare. Sui protagonisti/personaggi non dico nulla, come detto prima non sono li’ per me e facciamo finta mi stiano sulle palle come mi stanno sulle palle il 95% degli adolescenti in circolazione (e’ uno dei privilegi dell’invecchiare). Sono preoccupato per Burger, spero sia stato solo un bisogno temporaneo di far cassa…

  2. Pingback: Insurgent – Robert Schwentke | Ultima Visione

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: