Mr. Nobody – Jaco Van Dormael

Mr NobodyImmaginate di spostarvi nel tempo come ci si sposta in stanze diverse, anzi immaginate di poter passare da un piano di realta’ all’altro e di poter ritornare sulle proprie decisioni e scegliere il miglior futuro possibile.
Prima di nascere esistono angeli che tolgono ai futuri bambini il potere dell’onniscienza e cosa accadrebbe se ad un bambino tale potere restasse una volta incarnato? Ecco, questo e’ Mr. Nobody. Lo vediamo ultracentenario, l’ultimo mortale in un mondo geneticamente mutato per vivere in eterno anche se sara’ una vita poco divertente ma vivremo anche nel suo passato o meglio nei suoi molti passati, linee temporali ucroniche e divergenti determinate da casi e scelte alternative. Film d’effetto non c’e’ alcun dubbio.
Pretenzioso e saccente, a tratti piacione, nemmeno troppo originale se pensiamo chesso’ ai piani narrativi convergenti del "Magnolia" di Anderson ma il risultato e’ efficace, divertente, persino intelligente.
Film molto europeo nella sintassi visiva e letteraria. Ricorda Gondry nella ricerca di alternative narrative, Besson o Bilal nell’ironico futuro con un pizzico di follia alla Caro e Jeunet. Scimmiottare Jonze invece e’ male, forse perche’ la distanza tra il cinema del nostro continente e quello statunitense e’ ben maggiore di un oceano.
Gran bel montaggio e fotografia ma non dico nulla dopo aver citato i nomi di prima. Come sempre Jared Leto e’ sul pezzo, attore che ha saputo sempre esprimersi molto bene ma credo ancora dotato di ben altre possibilita’.
Forse con la giusta voglia e il giusto film potrebbe davvero fare il botto, ben oltre il meritato Oscar, parlo di leggenda vera. Bella la colonna sonora del fratello Pierre scomparso, un po’ abusato invece l’uso di brani della tradizione pop rock, molti USA e anni ’80 da classifica europea, il male che ha fratto "The big chill" lo stiamo ancora pagando.
Pellicola assolutamente meritevole, perche’ si sforza di raccontare una storia diversa e ci riesce pure.

Scheda IMDB

2 Responses to Mr. Nobody – Jaco Van Dormael

  1. lapinsu scrive:

    L’ho visto qualche mese fa e ne conservo un bel ricordo.
    Il film è ricco di spunto e bene interpretato (soprattuto Leto, veramente un attore coi controcosi), a tratti un po’ troppo piacione e narciso, tuttavia godibilissimo e, cosa più importante, intelligente.
    Ha un solo sostanziale difetto, secondo me: la durata.
    Quando una pellicola supera le 2 ore deve essere conscia di quel che fa, perchè il rischio di impatanarsi è altissimo. Va da sè che io una sforbiciata qua e e là l’avrei data. In fondo il motto che anima è “more is less”, come dicono gli americani🙂

    • L’ho trovato un po’ lungo anche io non tanto per la durata in se’ quanto lo spingere oltre un concetto gia’ molto chiaro. Anche questo comunque avviene perche’ europeo, gli americani stanno li’ col cronometro…🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: