L’altra faccia dell’amore – Ken Russell

L'altra faccia dell'amoreIl legame tra Russell e la musica ha un ampio respiro, una parabola che ha percorso la carriera del regista inglese sin dagli esordi fino alla sua conclusione.
Musica rock col celebre e grandioso "Tommy", il disastro "Liztomania" ma prima di tutti v’e’ stato "L’altra faccia dell’amore", omaggio incondizionato a Pyotr Ilyich Tchaikovsky il grande compositore russo. Vita travagliata la sua, spezzata tra arte pubblica e vizi privati, la difficile accettazione dell’omosessualita’ e la sfortuna d’incontrare la donna sbagliata e sposarsela. Vita anche fortunata fatta di benefattori come la vedova Von Meck, grande mecenate, donna intelligente e lungimirante che seppe leggere il genio quando ancora il resto del mondo restava indifferente.
Dall’inizio alla fine la tragedia esistenziale di Tchaikovsky e’ al centro della pellicola ma Russell da intenditore appassionato, la racconta con la sua musica, declinandola in chiave espressionista, ben oltre la semplice interpretazione a programma.
Per molti versi il regista costruisce dei videoclip perfettamente montati e sincronizzati, un esperimento che eguaglia, forse supera le aspettative del compositore.
Russell e’ straordinario, visionario come solo lui sa essere e del resto l’impronta stilistica e’ inimitabile ma senza gli eccessi che da li’ a qualche anno andranno ad inficiare i lavori futuri. Forse e’ la sua opera piu’ kubrickiana per resa espressiva e tecnica, qualcosa che si pone tra "Barry Lyndon" e "Arancia Meccanica" e chissa’ che non sia stato il regista statunitense a saccheggiare qualcosa al collega d’oltreoceano. In questo Richard Chamberlain e’ il protagonista perfetto per via dei suoi trascorsi musicali e credo che la comunanza omosessuale tra attore e personaggio, abbia aiutato non poco. Ancor meglio ha fatto Glenda Jackson, attrice dimenticata ma qui nei suoi anni migliori, anni che le diedero due Oscar e nella parte della moglie Nina capiamo il perche’.
Insomma, un film diverso dalla solita biografia, tra sogno e realta’, Russell in uno dei suoi film piu’ rappresentativi.

Scheda IMDB

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: