Permette? Rocco Papaleo – Ettore Scola

Permette Rocco PapaleoMarcello Mastroianni e’ il Papaleo del titolo, un italiano ex pugile capitato negli Stati Uniti per combattere ma finito in Alaska come minatore. Arrivera’ a Chicago per seguire un incontro di boxe, sara’ investito dall’auto di Lauren Hutton, una modella caotica e ovviamente bellissima. Lui perdera’ incontro, lavoro, vita per lei ma nel frattempo fara’ conoscenza con una realta’, quella statunitense, molto diversa dall’immaginario collettivo di ricchezza, acciaio e cemento, finendo tra ubriaconi, prostitute e tutta quella fauna umana che non ce l’ha fatta.
Scola nel 1971 vene mandato in trasferta per raccontare quanto brutti siano gli Stati Uniti. Spregevoli i ricchi come i poveri anche se per questi una scusa c’e’ sempre. Polizia ovviamente fascista, negri e pederasti emarginati ed esclusi dalla societa’. Tutto nella norma insomma e non ci aspettavamo nulla di meno. Mastroianni ancora una volta e’ ingabbiato nel ruolo del semplice, per non dire mezzo scemo, imbruttito e umiliato da uno Scola che in "Che strano chiamarsi Federico", riconosce di averlo un po’ maltrattato al contrario di Fellini che sempre l’ha posto sul piedistallo.
In realta’ Rocco Papaleo non e’ un personaggio ma un simbolo, l’innocenza incarnata, la somma delle virtu’ non scalfite dal potere e dal denaro, i cari vecchi tempi che si scontrano con l’egoismo di una nazione cattiva cattiva come quella americana. Patetico, molto patetico ma non e’ questo cio’ che non funziona. Sin dall’inizio, il montaggio di Ruggero Mastroianni e’ totalmente sbagliato, al punto che piu’ volte ho avuto il dubbio di un problema sul file.
Va bene il flashback ma il montare avanti e indietro fatti contemporanei o decontestualizzati per proporre improbabili confronti, non solo appesantisce la storia ma crea inutile confusione senza alcun valore aggiunto. Scola e’ uomo di esperimenti lo sappiamo ma questo e’ decisamente sbagliato e non a caso mai piu’ ripetuto da nessuno. Inutili anche le musiche di Trovajoli, per dire che quando qualcosa non va, puo’ solo peggiorare.
Dirlo film sottotono e’ riduttivo, brutto con le forze in campo e’ scortese, eppure e’ cosi’.

Scheda IMDB

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: