Little Britain (Stagione 1) – David Walliams, Matt Lucas

Little Britain (Stagione 1)La Brexit mi ha fatto molto ridere, o meglio mi ha fatto molto ridere l’esito che i poteri forti non hanno potuto evitare e lo sbracciarsi inconsulto dei pupazzi, specie quelli nostrani, che in un impeto di terrore, hanno smarrito anche quel briciolo di dignita’ che restava loro. Ho riso talmente di gusto che non ho voluto smarrire l’onda emotiva e le buone vibrazioni percio’ m’e’ parso naturale rivedere uno dei prodotti televisivi tra i piu’ formidabili che la terra d’Albione abbia prodotto negli ultimi anni. "Little Britain", ovvero il duo Walliams e Lucas, attori strepitosi, come di rado m’e’ stato dato vedere. Una pletora di personaggi molto inglesi, molto sopra le righe, comici ma non grotteschi, piccoli mostri di quelli che incutono tenerezza, mai disgusto. Non siamo di fronte l’umorismo muto e molto british alla Benny Hill o Mr. Bean, al contrario loro parlano, parlano moltissimo e il linguaggio e’ parte integrante della vis comica. La caratterizzazione non sta solo nella gag in se’ anzi si rafforza nella gestualita’, nell’espressivita’ fenomenale che contraddistingue entrambi laddove il trucco di scena serve ma ancor piu’ e’ la voce, l’intonazione, il ritmo, la personalita’ infusa in ogni personaggio a renderlo unico e ritrovarsi stupiti nel constatare che sono in due, soltanto in due quando la percezione e’ una moltitudine.
Malgrado l’intento comico, non v’e’ spregio, non come la comicita’ nostrana che gode nel ritrarre l’italiano becero e stupido. Waliams e Lucas non colpiscono nessuno, non ce l’hanno con nessuno, non denigrano nessuno, le loro sono maschere, non persone vere, semmai il bersaglio e’ l’idea che qualcuno ha, la percezione che offre agli altri. Percio’ il loro umorismo non colpisce chesso’ gli omossessuali ma l’idea che loro danno gli altri. Lo stesso dicasi per le minoranze che non sono trattate da minorate, dal proletariato che si fa riconoscere per cio’ che fa, non per cio’ che e’. E’ una grazia, una leggerezza sublime anche quando lo sketch va giu’ pesante e pesanti ci vanno per davvero. Invidio molto gli inglesi, per tante cose e la brexit e’ solo l’ultima che vorrei anche per me e per noi. Certamente li invidio per il loro saper divertirsi e far divertire, uno stile per la nostra povera terra colma di pulcinella, purtroppo irraggiungibile.

Scheda IMDB

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: