SibilaRonzaScoppia! / Incubi e sogni di provincia – Musei Civici di Modena, 10-12-2016

SibilaRonzaScoppiaIl vero problema dei musei civici, sono i professori che li riempiono di studenti sbattuti li’ senza un perche’, senza un contesto, spacciando una giornata di fancazzismo come momento di cultura. Credo che nulla allontani le persone dai musei come il ricordo delle ore perse tra opere che l’ignoranza imperante degli insegnanti non sapeva spiegare, contestualizzare, figuriamoci far piacere. Torno percio’ ai musei civici di Modena superando un latente senso di nausea per scoprire cosa?
Un bel luogo tirato a lucido che sa anche offrire mostre temporanee molto interessanti. La prima "SibilaRonzaScoppia!" come fa ben intuire e’ dedicata al movimento futurista, a Russolo in particolare, nel ricordo del 1913 quando il teatro modenese Storchi fu testimone della grande serata d’arte futurista, presenti Marinetti, Boccioni, Carra’, Balilla Pratella, Russolo e le macchine intonarumori da lui inventate. Nella sala della mostra, ottimamente curata e allestita, tra foto, poster e libri, testimonianze in video e registrazioni audio, troviamo infatti le riproduzioni di alcune intonarumori ricostruite tra gli anni 70 a oggi, molte di queste a disposizione dei visitatori che possono divertirsi a suonarle e a sbalordirsi di un’intuizione, quella di Russolo, che Incubi e sogni di provinciacon decenni di anticipo elevava il rumore a melodia.  Egli seppe spiegare gia’ a quel tempo cio’ che avremmo capito molto piu’ tardi cioe’ che la differenza tra i due e’ culturale non tecnica. Tutto davvero ottimo, ben oltre a quanto osassi sperare.
Adiacente a "SibilaRonzaScoppia!", "Incubi e sogni di provincia" la mostra dedicata alla realta’ artistica modenese e reggiana negli anni a cavallo tra i ’50 e i ’60 e nel contempo una piccola ma significativa retrospettiva su Giorgio Preti.
Di lui si parlava gia’ due anni fa, quando fu preannunciata la mostra attuale, un atto dovuto verso il giovane artista modenese scomparso causa incidente in quegli anni, appena ventunenne. E’ incredibile come seppur cosi’ giovane e ancora immaturo, con un percorso artistico ancora da definirsi appieno ben visibile nel vagabondare tra informale, arte nucleare, metafisica ma gia’ con una spiccata personalita’. Un’esplosione di tecnica e bravura chiarissima e cha fa rimpiangere cio’ che avrebbe potuto fare ed essere. Ad affiancarlo opere di altri artisti della provincia attivi in quegli anni e una serie di testimonianza d’epoca tra modernariato, riviste e altri oggettistica.
Davvero un grande talento e la mostra un’occasione spero non unica, per conoscerlo.

Pagina ufficiale SibilaRonzaScoppia!
Pagina ufficiale Incubi e sogni di provincia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: