Kyashan – La rinascita – Kiriya Kazuaki

Kyashan - La rinascitaDa bambino impazzivo per i grandi mecha giapponesi, i robot alla Goldrake e Mazinga per intenderci. Sapevo tutto, vedevo tutto, seguivo tutto, una vera e propria passione mai del tutto sopita. A margine gli altri anime, anche quando interessavamo meno ma essendo giapponesi andavano bene comunque. Tra questi c’era Kyashan, la triste storia del ragazzo che sacrifica la propria umanita’ per combattere gli androidi cattivi che vogliono conquistare la Terra. Appunto, triste. Si perche’ era una serie molto bella e raffinata, diversa da tutte le altre ma triste, triste, tristissima. Kiriya prende in mano la storia originale e la stravolge in un drammone steam punk con poco e nulla dell’anime. Spariscono gli androidi arrivano i Neoroidi, vi sono guerre fratricide, tradimenti politici, giochi di potere e divinita’ antiche. Restano i nomi e la tuta, qualche suggestione, sovrapposizioni tra personaggi e situazioni ma per il resto non c’entra nulla. Il problema pero’ non e’ questo.
E’ che il film e’ sbagliato, dall’inizio alla fine. Il regista e’ pure da ammirare nei suoi intenti ma sbaglia quasi tutto. Il montaggio innanzitutto riesce a creare un casino ingestibile, dai combattimenti inguardabili a spostamenti di inquadratura che confondono le situazioni, a salti temporali che sballano la narrazione sino a la strana idea di una rappresentazione interiore che non fa proprio capire di che diavolo stanno parlando. Non aiuta la stilizzazione grafica che non riesce ad essere pieno live-action e neppure animazione, l’eccessiva spinta su toni rossastri che azzera i particolari e la computer grafica pessima.
Quel che e’ peggio e’ l’impostazione di una storia che sfora nel metafisico, nel mistico, il vano tentativo di spiegare vita, morte, dovere e passione, giustizia e potere, troppa roba per un film solo, specie uno che ti aspetti con un poco di ignoranza in piu’. La vera domanda e’: che te ne fai del personaggio Kyashan quando devi raccontare tutt’altro? Ecco, forse senza questo nome avrebbe avuto meno aspettative da parte degli spettatori e piu’ liberta’ per raccontare la tua storia. Progetto sbagliato ed e’ un peccato.

Scheda IMDB

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: