Signori, si cambia.

Con rammarico e molta tristezza, mi trovo costretto a sospendere le pubblicazioni sul blog, almeno nella forma usata sino ad oggi. 
Dopo quasi 800 film, 250 eventi, oltre 350 libri, per ragioni di tempo devo rinunciare ad andare oltre. Spero un domani di poter riprendere con questi ritmi ma intanto il blog resta, continuero’ a documentare cio’ che vedo e sento anche senza commenti, mantenendo almeno in parte la missione d’origine: un diario per me, un buon consiglio (spero) per chi mi segue.
Ho ancora parecchio materiale inedito che postero’ nelle prossime settimane e comunque non e’ un addio e neppure un arrivederci, piu’ piccolo ma resto sempre qua.
Grazie.

Max

Annunci

Waiting in the S.K.Y. – Max Scordamaglia

Waiting in the S.K.Y.Waiting In The S.k.y. : Musica generativa per umanisti
Non sono mai riuscito ad entrare in contatto con i numeri, li ho sempre visti come entità aliene, nemici in agguato pronti ad aggredire qualsiasi portatore di libero pensiero.
Addizioni, sottrazioni, divisioni, equazioni, multipli, numeri primi, algebra, matematica, algoritmi! Attacchi d’ansia incontrollabili, scontro impossibile con una materia dura e fredda come la grafite che scherma, nasconde e non permette di comprendere ciò che avviene dietro il nero tagliente che cela. Una relazione impossibile durata anni e non risolta che ha subito una svolta a dir poco magica grazie all’incontro con un maestro dell’esoterismo informatico, qualcuno che sa letteralmente interpretare e condividere, spiegandola, l’etica dei numeri e delle macchine che li usano come linguaggio espressivo. Massimiliano Scordamaglia sa colloquiare con l’astratto e freddo universo del calcolo e mentre lo fa riesce a spiegare, illuminandolo, quel lato da sempre oscuro che riguarda la generazione del calcolo che dona la vita ad eteree e affascinanti creature musicali. Musica generativa per umanisti, lontano dai pesanti dogmi della rigida dottrina contemporanea, in un continuo scambio che crea incredibile colta lievità e illuminante conoscenza di un mondo tutt’altro che distante e inaccessibile. Una lectio magistralis che Laverna ha l’onore di ospitare e diffondere gratuitamente, com’è sua amata consuetudine.
Mirco Salvadori

Max Scordamaglia – Waiting in the S.K.Y. (Laverna NetLabel – LAV70)
Guida e Scheda Tecnica
Teaser su YouTube

Urfuturismo Futurismo Oggi 2000 n. 1 – Roby Guerra, vari

Urfuturismo Futurismo Oggi 2000 n1Questo libro e’ una specie di evento e non per una sola ragione. Innanzitutto parliamo del mio primo post su un ebook, inteso come libro che esiste nella sola versione versione digitale, poi concedendomi un pizzico d’orgoglio, tra le pagine sono presente anche io.
Servirebbe ora una lunga disanima sul futurismo, cio’ che fu, come si evolse e cio’ che oggi e’ diventato ma non essendo argomento da liquidarsi in poche righe, invito alla lettura non tanto del mio post su "Trattato di filosofia futurista" di Riccardo Campa, quanto del libro vero e proprio ma ancor meglio seguire i siti, e sono tanti, che fanno capo alle nuove dinamiche futuriste, transumaniste e connettiviste.
In cima alla piramide concettuale e operativa del movimento, troviamo intellettuali come Campa appunto e parimenti Antonio Saccoccio, Stefano Vaj e ultimo ma non ultimo Roberto "Roby" Guerra.
E’ a lui che si deve il coordinamento tecnico per la realizzazione di "Urfuturismo Futurismo Oggi 2000 n. 1" primo volume che raccoglie alcuni saggi inediti e molte interviste e testi gia’ pubblicati nel corso di questi anni principalmente nel web o su altri media. Molti i temi trattati ma col denominatore comune di filtrare attraverso la nuova cultura digitale, aspetti quotidiani come politica, argomenti alti come filosofia e elementi piu’ legati ad aspetti artistici e performativi nati da un lascito antico e aggiornati alle tecnologie odierne.
Un piede nel passato, l’altro nel futuro, perche’ ricordiamolo, "futurismo" non e’ soltanto un movimento artistico relegato ai libri di storia ma una filosofia che ieri come oggi, definisce linee guida di pensiero e d’azione, uno stile che e’ metodo perche’ e’ innanzitutto credo e obiettivo. Si puo’ e si deve analizzare la societa’ attraverso la lente del futurismo e tramite esso rivoluzionarne le dinamiche fallimentari che si manifestano oggigiorno nella loro drammatica attualita’.
Percio’ nelle quattro sezioni centrate su Nuova Oggettivita’, Urfuturismo, Tempi Netmoderni e Sublime Avvenire, si diverge partendo da un punto comune, verso i vertici di un quadrilatero che racchiude idee e bisogni.
Tanti, tantissimi gli autori interpellati attraverso il meccanismo delle domande incrociate e reiterate, campionario a 360 gradi di metodi e soluzioni di tensioni, a volte visioni diverse, segnale di un movimento vivo e sensibile all’evolversi degli accadimenti.
Oltre i luoghi comuni, oltre la politica, superare la destra e la sinistra girandosi indietro e guardando avanti, non fosse altro che ormai parliamo di etichette senza alcun legame con storia, cultura o tradizione.
Per cio’ che mi concerne resta la grande soddisfazione di vedere il mio nome accostato ad altri che in questi anni ho ammirato e studiato e francamente non potevo ambire a niente di meglio.

Dove acquistarlo
Urfuturismo Futurismo Oggi 2000 n. 1
Roby Guerra Futurista
Movimento Particellare

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: