Il design italiano, Osvaldo Borsani, Luigi Ghirri, Rita Ackermann + altro – Triennale Milano, 18-08-2018

Triennale 18-08-2018 - Rita Ackermann

Rita Ackemann

Triennale 18-08-2018 - Osvaldo Borsani

Osvaldo Borsani

Triennale 18-08-2018 - Storie Il design italiano

Storie Il design italiano

Triennale 18-08-2018 - Walter Swennen

Walter Swennen

Annunci

Giro Giro Tondo, Design for children – Triennale Milano 06-01-2018

 

Giro Giro Tondo, Design for children Giro Giro Tondo, Design for children

 

Pagina ufficiale

Rick Owens. Subhuman Inhuman Superhuman – Triennale Milano 06-01-2018

Rick Owens. Subhuman Inhuman Superhuman

 

Rick Owens. Subhuman Inhuman Superhuman

 

Pagina ufficiale

Ettore Sottsass – There is a Planet – Triennale Milano 06-01-2018

 

Ettore Sottsass - There is a Planet Ettore Sottsass - There is a Planet

 

Pagina Ufficiale

Triennale Milano, 13-12-2015 (Seconda Parte)

(Segue da Prima Parte)

VIII Triennale Design Museum – Cucine & Ultracorpi
Triennale-2015---Cucine--Ultracorpi_Non sono un fan di Celant. Lo trovo spesso sopravvalutato, uno con un suo peso specifico che non sempre corrisponde al valore reale del proprio lavoro. E’ innegabile pero’ che esperienza, cultura e mestiere siano dalla sua parte, intoccabile sotto molti aspetti malgrado le preferenze personali. Si da il caso che egli sia il curatore di "Cucine & Ultracorpi" e che il nome messo in primo piano non sfugga all’ingresso, percio’ non nego che un certo pregiudizio, dato anche dall’ormai vomitevole tema del cibo, sia entrato con me per la visita.
Ebbene mi sono dovuto ricredere perche’ la mostra e’ realmente eccezionale. In un colpo solo Celant raccoglie ed espone tecnologia, design, antropologia e cultura attraverso percorsi tematici nei quali l’elettrodomestico si racconta e racconta, dove la forma svela la sostanza e l’oggetto descrive chi ne faceva uso e come questo uso sia cambiato nel tempo. Stanze come gironi infernali o quadri di un videogioco, alla fine appunto si gioca con l’immagine e la funzione, sempre con tantissima ironia. Una delle mostre meglio curate mi sia capitato di vedere e un po’ mi costa dirlo.

Comunità Italia – Architettura, città e paesaggio dal dopoguerra al Duemila
Triennale-2015---Comunit-Italia---Ar[2]Arte e architettura, agonisti, talvolta antagonisti ma sempre uniti nella forma e nella funzione. Questa mostra vuole, semmai ve ne fosse bisogno, evidenziare come l’architettura gia’ dalla carta del progetto, sia una sublime forma d’arte e una pianta possa svelare nel reticolo delle sue linee, qualcosa che va oltre la muratura finendo per coinvolgere la fantasia e stimolare il piacere intellettuale della conquista tecnica. Percio’ i progetti dei piu’ importanti architetti italiani, si mostrano come quadri d’una esposizione e i progetti realizzati s’intersecano con quelli immaginati o immaginari. 120 opere da vedere anche in appositi cataloghi, una quantita’ di materiale impressionante che si esprime attraverso plastici e modelli, insomma nulla e’ lasciato al caso, tutto converge nel racconto di un mestiere che sa di dono.
Serve molto tempo per vedere se non tutto, tanto. Prendetela con calma.

Pagina Ufficiale Triennale

Triennale Milano, 13-12-2015 (Prima Parte)

Ammetto ora di scrivere questo post per il solo piacere di fare la mia parte nel divulgare l’esistenza di un luogo d’arte e tecnica e le mostre che esso contiene, non certo essere critico ed esaustivo.
Preferisco premetterlo evitando l’accusa di genericismo ma del resto mi accontento di essere megafono di cio’ che mi e’ piaciuto e nel caso della Triennale ho ben quattro motivi, quante sono le mostre visitate, per farlo.

Il nuovo vocabolario della moda italiana
Triennale 2015 - Il nuovo vocabolario della moda italianaLa moda vale poco per chi non se ne interessa ma e’ fuor dubbio che tolta dalla sua funzione principale, rifletta la cultura di un’epoca e la sua tecnologia. Dico questo perche’ se e’ vero come e’ vero che in fondo l0’argomento poco importa a chi non segue certe dinamiche, e’ anche vero che una simile esibizione puo’ destare parecchie sorprese, soprattutto sulla sintassi che la comunicazione puo’ usare. Parliamo di moda italiana, nomi noti e molti meno noti percio’ ancora piu’ aggressivi nelle fogge e nei materiali laddove il limite e’ imposto da portabilita’, materiali e buon gusto. Saro’ a digiuno di abiti ma chi mi ha accompagnato ne ha detto un gran bene, puro entusiasmo in molti casi e devo dire realmente si vede qualcosa di nuovo e nel contempo elegante, merce rara in entrambi i casi

Ennesima, una mostra di sette mostre sull’arte italiana
Triennale 2015 - Ennesima, una mostra di sette mostre sull'arte italianaEcco, qui invece mi sento piu’ a casa e che casa grande deve essere per ospitare piu’ di 70 artisti divisi in sette mostre appunto, tra loro autonome, distinte e tematicamente molto diverse, eppure accumunate dall’essere emblema e riassunto di 50 anni d’arte contemporanea italiana. Possiamo pensarlo come una grande riassunto, il migliore e completo mi sia capitato di vedere, certo esemplare laddove i canoni stilistici si differenziano cosi’ tanto da rendere difficile una diversa forma espositiva che sia nel contempo altrettanto completa. I nomi ripeto sono tanti, gli stili altrettanti, il bisogno di comunicare si esprime in talmente tanti modi da dover dedicare ad ognuno tempo e spazio. L’ho trovata bellissima, coinvolgente e mentre ci si aggira un po’ storditi ma felici dentro, fuori e tutt’attorno le opere, e’ facile comprendere che magnifica eredita’ continuiamo a lasciare. Malgrado tutto.

(continua >>>>)

Pagina Ufficiale Triennale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: